Creature Mitologiche Romane

Creature mitologiche romane sono generalmente di carattere animale, in possesso di doni fantastici, questi possono essere benigni, il male, o neutrali, tuttavia, l’aspetto è stato quello che ha permesso agli abitanti della Roma antica di conoscere il possibile comportamento di queste creature.

Creature Mitologiche Romane

Le creature mitologiche romane, nella maggior parte dei casi, sono di solito gli stessi che si trovano nella mitologia greca, ma differiscono in quanto ciascuno è conosciuto con un nome diverso. Alcune di queste creature sono:

Estirge 1024x536 1024x536 - Creature Mitologiche Romane

 

Stirpe

Nella mitologia romana, lo stirpe era una creatura volante, a forma di uccello, con ali di pipistrello, occhi gialli, quattro gambe e un lungo becco, che veniva usato per succhiare sangue dalle sue vittime. Si dice che queste creature abbiano rapidamente individuato le loro vittime a causa della loro vista altamente sviluppata e del loro senso dell’olfatto. Una volta finiti con la vittima, gli stigmi dormivano per giorni, queste creature hanno qualità molto simili a quelle dei pipistrelli, perché erano capovolti quando dormivano, dormivano profondamente, e i cacciatori approfittavano di quel momento per attaccarli.

Gargoyles

gargolas - Creature Mitologiche Romane

Gargoyles erano creature magiche estremamente feroci e malvagi, note per volare, con ali di pipistrello, piccole corna e pelle dura. Secondo la leggenda, un mago diede loro la vita, dal momento che in precedenza erano mostri immaginari scolpiti nella pietra. Poiché erano creature create artificialmente, non avevano bisogno di nutrirsi, così quando attaccavano lo facevano solo con l’intenzione di fare del male, attaccavano di sorpresa, perché avevano una pelle con cui mimetizzarsi sulle facciate delle torri.

Unicorno

unicornio - Creature Mitologiche Romane

L’unicorno è un’altra delle creature mitologiche romane, rappresentata come un cavallo, di solito bianco con un corno sulla fronte. E ‘noto per essere un animale bellissimo, simbolo di purezza e di forza in varie culture, ed è stato protagonista di molte storie, quindi la sua origine non è chiaro. Tuttavia, tutte le versioni sono d’accordo che si tratta di un animale magico, nobile, puro e spirituale. Si tratta di una creatura indipendente e solitaria, quindi non ha avuto alcun contatto con le persone, tranne che per quelle fanciulle di cuore puro, una volta che si sono lasciati toccare, sono leali e proteggere il loro pilota. L’unicorno è immune alla magia, agli incantesimi e veleno, come il suo corno è detto essere magico, e rileva tutti i tipi di male, questa creatura può anche guarire le ferite.

Cerbero

cerbero demonio pozzo

Cerbero era la creatura incaricata di custodire le porte dell’inferno, conosciuto come il miglior guardiano dell’Ade, Cerbero si crede che sia il fratello di Chimera e Idra, altre terrificanti creature. Questa creatura era un cane gigante, con tre teste e coda di serpente, che possedeva la capacità di trasformare le persone in pietra, così come Medusa.

Il compito principale di Cerbero era quello di garantire che le anime non fuggissero dagli inferi.

Grifo

grifo - Creature Mitologiche Romane

Era una creatura che aveva un aspetto simile alla sfinge greca, aveva il corpo di un leone, con ali e testa d’aquila, nella mitologia greca è associata ad Apollo, mentre nella mitologia romana è associata a Nemesi, dea della vendetta.

I grifo erano creature volanti, noti per la loro maestà, erano incaricati di proteggere tesori e beni di valore.

Idra

hidra de lerna2 - Creature Mitologiche Romane

Era una creatura spietata e mostruosa, appartenente agli spazi acquatici, aveva la forma di un serpente, con teste multiple e respiro velenoso, con cui uccideva le sue vittime quando ruggivano.

Gli idra rigeneravano la testa ogni volta che ne perdevano una, abitavano la tana di Lerna, un luogo sacro, dove c’era un ingresso al mondo sotterraneo che questa creatura proteggeva.