Nidhogg

Nidhogg o Nidhug, appare nella mitologia norrena degli dei nordici come il dio che vive in uno dei rami del Yggdrasil, albero sacro da cui sono sostenuti i nove mondi e dove vivono gli dei che compongono la mitologia nordica.

Si dice che corroda costantemente le radici di questo albero ed è destinato a farlo fino al giorno in cui Ragnarok, “la fine del mondo“, arriva.

Nidhogg

Nidhogg rappresentato come un potente drago, per la sua funzione di corrodere costantemente la radice del Yggdrasil, fa sì che alcuni lo chiamino “colui che colpisce pieno di odio”, ma questo è dovuto a Ratatosk, che è la causa di ingannare Nidhogg promettendo di estinguere la sua sete di vendetta con l’arrivo di Ragnarok.

Freyja, che aveva appreso dell’inganno, scende alle radici dello Yggdrasil per far conoscere a Nidhogg l’inganno che ha vissuto per tutta la vita, e lo convince a unirsi a lei nell’aiutarlo a diventare parte della sua ribellione contro Asgard.

Il luogo di residenza

nidhogg2 - Nidhogg

Nidhogg si trova nel regno delle tenebre, un luogo avvolto da una nebbia perpetua chiamata Niflheim, dove cresce una delle radici dello Yggdrasil.

Niflheim non è solo il luogo dove Nidhogg risiede e da dove colpisce duramente mentre corrode perpetuamente le radici dello Yggdrasil, ma è anche il luogo sopra il regno dei morti dove regna il gigante Hela.

La leggenda

nidhogg - Nidhogg

Secondo la mitologia nordica l’intero universo sarà distrutto quando la battaglia conosciuta come il Ragnarok, gli dei guidati da Odino e i giganti del fuoco, con la partecipazione dei Jotun guidati dal dio Loki.

Allora, la rigenerazione verrà, ci sarà Nidhogg, la cui funzione sarà quella di tormentare le anime umane che arrivano alla casa delle tenebre, si nutrirà dei corpi dei morti e bere il sangue depositato nei loro teschi.