Loki dio del male

Loki è un dio nordico della mitologia norrena che rappresenta il fuoco e simboleggia l’inganno, l’invidia, l’intrigo e il male. Si mescolò con tutte le divinità per creare conflitti tra di loro, che gli causarono un sacco di grazia, come i costumi degli dei sembrava molto noioso, allo stesso tempo, ha manifestato perversità e falsità in un modo seducente che era impossibile da realizzare.

Loki dio della invidia

Questo dio era figlio dei giganti Farbauti e Laufey, era caratterizzato dalla capacità di raddoppiare e diventare ciò che voleva confondere gli altri.

Aveva due mogli, la prima si chiamava Angurboda, un gigante malevolo con cui aveva tre mostri:

  • Ferrir: era un lupo terribile ed enorme incontrollabile per gli dei nordici, ma fu catturato, legato e imprigionato sull’isola di Lyngvi.
  • Jormundgander: era un serpente gigantesco che poteva confinare con il mondo, che è stato gettato in mare lontano dall’umanità.
  • Hela: dea degli inferi, il suo corpo era diviso in due, una metà bella e l’altra metà scheletrica puzzolente. Allo stesso modo, la sua seconda moglie era Sygun che viveva ad Asgard, con il quale ha avuto due figli: Narfi e Vali, ha sempre mantenuto l’amore e la lealtà.

loki2 - Loki dio del male

Un dio disastroso

Il suo migliore amico fu Odino, con il quale strinse un’alleanza di sangue in cui entrambi giurarono la fratellanza in modo da camminare sempre insieme.

Loki è sempre stato causa di disastri con i suoi trucchi male, fino a quando un giorno ha causato la morte di Balder, figlio di Odino.

Egli riuscì a fuggire, ma in seguito fu catturato e rinchiuso dal padre di Balder, mentre gli dei in punizione usano Vali come un lupo collerico che uccide suo fratello Narfi.

Poi, con le viscere di quest’ultimo, legano Loki, sotto la testa di un vasto serpente che gocciolava veleno dove aspettava il Ragnarök.