Eir la piu bella

La dea Eir che significa grazia, pace, clemenza, onore e culto, si caratterizza come la migliore guaritrice e la più bella di tutte le divinità nordiche, il luogo dove visse era una montagna che aveva il nome di Lyfja, in quel luogo si dedicò a curare le malattie attraverso la sua magia e resuscitare i morti.

Eir

A questa dea della mitologia nordica che si attribuisce il dono della guarigione, ha usato le erbe per guarire e ora ha molti devoti da parte di coloro che lavorano nel settore della salute e dei malati.

Tra le sue molteplici caratteristiche, la dea possedeva finezza e delicatezza, era introversa e inespressiva ma con un grande desiderio di aiutare gli altri.

La sua immagine è rappresentata da una bellissima donna dai capelli delicati che irradia luce e ha uno stretto contatto con la natura, soprattutto con le piante.

eir2 - Eir la piu bella

Storia di Eir

Leggenda vuole che la fanciulla dà solo il dono della guarigione alle donne, così ha suggerito che siano caste e si astengano dal mangiare carne animale, latte e alcol per consentire il flusso perfetto di energia.

Si dice anche che offre carità a coloro che scalano la montagna in cui vive.

D’altra parte, la dea non si dedicava solo alla guarigione e alla rianimazione, ma anche alla prevenzione delle malattie.

Questo è riuscito a dare la fanciulla un ruolo di primo piano per molti anni in varie fasi della storia.

Tanto che è molto menzionato nell’Edda poetica del XIII secolo, la Prosáica Edda negli scritti di Snorri Sturluson del XIII secolo e nella poesia scaldica per il suo potere curativo.

Ma il ruolo di questa dea non muore in questi tempi, in quanto continua ad essere simbolo di speranza per i malati di oggi.