Ulisse, Eroe Leggendario

Per cominciare, Ulisse, noto anche come Ulisse, era un eroe leggendario della mitologia greca, era un personaggio dell’Iliade, nonché il protagonista dell’Odissea, vale la pena notare che entrambi sono opere attribuite a Omero.

Ulisse era il re di Itaca, una delle isole ioniche, situata al largo della costa occidentale della Grecia, era figlio di Laerte e Anticella nell’Odissea, marito di Penelope, padre di Telemaco, era caratterizzato dalla sua astuzia, versatilità e carattere nelle poesie di Omero.

Ulisse

L’intervento di Ulisse nella guerra di Troia fu la sua decisione, poiché il cavallo di Troia era la sua idea, le sue avventure durante il viaggio di ritorno e il suo arrivo nel suo paese natale costituivano l’Odissea.

Dopo la partenza di Troia, Ulisse arriva all’Istmo della Tracia, nonostante il fatto che riesca a saccheggiarli, perde settantadue della sua squadra per mezzo di un sorprendente attacco, deviato dal vento, raggiungono la terra delle Lotografie, che sono stati alimentati dal fiore di loto (da cui il suo nome) che ha causato loro di perdere la memoria, infine Ulisse rimette i marinai sulla strada per Itaca.

Scatena l’ira di Poseidone
Arrivano nella terra dei Ciclopi, dove Polifemo rinchiude l’Odissea con i suoi dodici compagni, ma Ulisse riesce a far ubriacare il mostro togliendogli il suo unico occhio, lasciandogli così i sei compagni che i Ciclopi avevano lasciato vivi.

Da allora è perseguitato da Poseidone (padre di Polifemo), che lo sta attaccando con forti tempeste, allontanandolo dal suo paese.

Quando arrivò sull’isola di Eolo, il guardiano dei venti, trovò una gentile ospitalità e quando se ne andò, il dio gli diede una borsa di cuoio in cui erano racchiusi tutti i venti, in modo che in nove giorni potesse portarli sulla costa di Itaca.

battute d’arresto

Arrivati a Telepilo, la città di Lamo, si distruggono undici delle loro navi e una si salva grazie all’astuzia di Ulisse, dopo essere fuggiti da varie battute d’arresto si arriva all’isola di Trinacria, dove i suoi compagni attaccarono gli animali sacri, così Zeus lo punì distruggendo le navi e distruggendo così tutti tranne Ulisse che fu sottomesso all’albero principale.

Dopo nove giorni arriva sull’isola di Ogygia, precisamente alla dimora di Calypso dove soggiornò per sette anni e le disse un figlio.

Dopo la tristezza di ricordare sua moglie Penelope, costruisce una zattera che distrugge Poseidone, ma con l’aiuto arriva a casa per evitare il disastro che minacciava la sua casa.