Ninfe

Le ninfe nella mitologia greca sono chiamate divinità secondarie della natura, si trovano nell’aria, nella foresta e nell’acqua, secondo l’autore Omero queste fanciulle sono figlie di Zeus, si presume che potrebbero fare loro delle richieste, anche se potrebbero anche essere temute.

ninfas - Ninfe

Ninfe

Questi spiriti divini erano caratterizzati dalla loro grazia angelica, rappresentavano la fertilità e la vita, oltre ad essere quelli che si occupavano dell’educazione dell’uomo, degli animali e dei figli degli dei.

L’immagine delle Ninfe era ritratta nuda o seminuda in natura con corone di perle sui capelli.

Queste creature magiche guarivano uomini, piante e animali feriti, li accarezzavano, erano gentili, intelligenti e irradiavano gioia e amore.

Oltre a questo, le ninfe erano più femmine che divinità maschili, che amavano la musica, il canto e la danza.

ninfas e hilas - Ninfe

Caratteristiche delle ninfe

Ognuno dei loro nomi è stato attribuito in base al luogo in natura in cui sono stati trovati.

È il caso dell’Oceania del mare, delle Naiadi d’acqua dolce, delle Nereidi del fiume, delle Driadi degli alberi, delle Auree del vento, delle Nebulose delle nuvole, dei Pani delle montagne e delle Menadi dei seguaci di Dioniso.

Quanto sopra non è un numero esatto, dato che all’epoca c’erano migliaia di divinità.

Molte ninfe sposarono diversi Titani e i loro figli, erano così belli che nessuno poteva resistere al loro fascino.

Si presume che queste fanciulle abbiano respinto ogni tipo di atto infame e crudele, hanno cercato il bene e l’ordine.

La natura di queste divinità non era immortale, ma la loro vita era molto lunga e il loro aspetto era giovane con i capelli lunghi, ma perché erano la figlia di dèi i loro discendenti erano immortali.