Estia, dea della casa e della famiglia

hestia - Estia, dea della casa e della famiglia

Nella mitologia greca, Hestia è il nome con cui il primogenito dei titani Chronos e Rhea fu battezzato, rappresentando tutto ciò che riguarda il calore della casa e della famiglia, e per questo motivo non ha quasi mai lasciato la sua casa, Olympus.

I doni di Hestia e le relazioni con altri dèi

hestia2 - Estia, dea della casa e della famiglia

Estia fu la prima divinità ad essere divorata da suo padre crono al momento della sua nascita, il fratello minore Zeus fu responsabile del suo salvataggio e fu poi corteggiato da Apollo e Poseidone, ma non accettò le intenzioni di nessuno di loro, così egli giurò davanti al capo di suo fratello Zeus che è la sua volontà di rimanere vergine per tutta l’eternità, a questa decisione, Zeus le concede il dono della purezza e di essere la guida spirituale di tutte le famiglie e di casa.

Hestia non è noto per essere in alcun tipo di conflitto con altre divinità, come spesso accade tra gli dei greci.

Ciò è dovuto proprio alla ragion d’essere delle loro responsabilità, che sono:

Proteggere la famiglia.
Promuovere la felicità coniugale.
Mantenere l’armonia nelle case e nei templi.
Il suo carattere verginale è un segno della purezza della terra, nonostante tutti i mali del mondo.

Culto e rappresentanza di Hestia
Per la sua alta divinità è stato venerato e rappresentato in molti templi, alcuni dei quali sono Atene, Olimpia, Tenedos, Oropos, Ermíone, Sparta e Larisa, d’altra parte la sua rappresentazione iconica è di solito seduto o in piedi con un velo che copre i capelli e cade giù la schiena, appare anche con un fuoco nelle sue mani, questa fiamma rappresenta il calore e l’armonia del luogo che protegge, può essere visto nella maggior parte di questi templi dove si venera.

Molti dei templi appartenenti ad altre divinità, era Esa che presiede il luogo, occupando il suo ruolo di protettore.