Demetra, la dea dell’agricoltura e della fertilità

Protettore di campi e colture, Demetra è la dea della mitologia greca dell’agricoltura. Era la figlia dei titani Crono e Rea, che la resero la sorella maggiore di Zeus. Come i suoi fratelli più giovani, fu divorata da suo padre crono e infine liberata come il resto dal più giovane dei fratelli, Zeus. Dopo il Titanomaquia, Demetra si dedicò ai campi.

Il primo mortale a imparare l’agricoltura fu Tryptolemy, principe di Eleusi. La dea ha dato questa conoscenza su di lui come un grazie per il suo buon trattamento in città. Più tardi, Triptolemy era responsabile della diffusione di questi insegnamenti in tutta la Grecia.

Demetra e il rapporto Persefone-Hades

il rapporto Persefone-Hades

Dopo che Ades rapito la sua unica figlia Persefone, Demetra cadde in tale tristezza che ogni luogo sulla terra è stata cambiata con violenza e radicalmente. Ade, uno degli dei greci, che aveva già sposato Persefone negli inferi, non voleva liberarla e rimanere di nuovo sola. Demetra chiese l’intervento di Zeus e mandò Hermes a negoziare con l’Ade.

E ‘riuscito a convincere l’Ade di lasciare Persefone uscire a visitare sua madre per 6 mesi e tornare negli inferi per altri 6 mesi. Quando tornò alla figlia, la gioia di Demetra riempì di vita la terra, ma quando si avvicinò il momento della sua partenza, la terra ottenne di nuovo l’ombra della sua dea patrona. Mentre il ritorno di Persefone dagli inferi si avvicinava, la terra stava tornando in vita. Così, le stagioni dell’anno sono nati.

Famiglia e bambini
Demetra non aveva però un marito, come molti dei greci aveva diversi figli. Come amante del fratello Zeus aveva Persefone e Yaco. Con il fratello Poseidone padre di Arion e Despena. Con Yasion, figlio di Zeus, concepì Filomena e Plutone.