Ceo, titano dell’intelligenza

Secondo la mitologia greca, i titani erano una razza di dèi potenti che governavano in un momento in cui l’umanità ha mantenuto una vita utopica, al loro interno era Ceo, il titolare dell’intelligenza, figlio di Urano che rappresenta il cielo, e Gaia che rappresenta la terra.

Rappresentazione di Ceo

Ceo

 

Ceo simboleggia l’auguria attraverso le stelle, ed è solitamente rappresentato come il dio dell’asse dei cieli dove ruotano le costellazioni, dando così il nome all’asse nord di Polo in onore di uno dei suoi epiteti, è considerato il padre della chiaroveggenza, insieme a sua moglie Febe (titanio della luminosità e della luna) che rappresenta il centro della terra, sono stati mostrati come uno dei primi dèi profetici.

Allo stesso modo, la saggezza di Urano è rappresentata da Ceo e Febe simboleggia quella di sua madre Gaia.

Ceo in Titanomaquia
Titanomaquia si riferisce al rovesciamento degli dei, Urano è stato rovesciato dal cronos che ha preso il trono divino.

Proprio come accadde con crono, suo figlio Zeus dichiarò guerra ai Titani chiudendoli in Tartaro, tra cui Ceo.

Ceo e i suoi legami familiari

Febe è sua sorella e insieme a lei ha avuto le figlie Leto e Asteria.

Zeus, figlio dei Titani Crono e Rea e padre di tutti gli dei, si unisce a Leto affinché questo generi Artemide e Apollo, così come l’unione con il padre degli dei e Asteria nasce Persè ed Ecate.

Le sue figlie simboleggiano due rami della chiaroveggenza:

Leto e Apollo personificano il potere divinatorio della luce e del cielo, usando il giorno per le loro profezie.
Asteria ed Ecate usano le tenebre toniche della notte e gli spiriti dei morti per le loro profezie.