Morrigan

Morrigan, detta anche la signora delle tenebre, è la dea celtica della morte e della distruzione, è presente in tutte le guerre e infonde nei soldati violenza, forza e rabbia, nota anche come sinonimo di amore e desiderio sessuale della mitologia celtica.

Morrigan

morrigan1 - Morrigan

Il suo nome significa “Grande Regina” o “Regina dello Spettro” ed è conosciuta per essere la regina delle tenebre e che, nonostante il suo aspetto guerriero, Morrigan possiede una grande bellezza degna di una dea.

Questa dea è presente in tutte le guerre e scontri bellici, assumendo la forma di un corvo che vola su ogni battaglia, infondendo coraggio nei soldati e, naturalmente, dando loro forza, rabbia e rabbia.

È una fanciulla, madre e vedova che formò una triade di dee insieme alle sorelle Badb, Macha e Nemain, membri del Tuatha Dé Danann, che furono dei celtici di grande potenza che abitarono l’Irlanda molto prima dei suoi attuali coloni. Il suo nome sopravvive in diversi paesi del mondo anglosassone sotto forma di “Carrie o Carrigan”.

Era un amante dei re e degli dei come Dagda, una delle divinità più influenti del Tuatha Dé Dunann.

Tuttavia, un altro dei suoi amori era quello che aveva verso un guerriero di nome Cuchulainn, e anche se può sembrare incredibile, ha resistito alla dea e anche combattuto contro di lei su vari campi di battaglia e fino al punto di sconfiggerla, indipendentemente dalle forme che la dea ha preso.

Tuttavia, il guerriero coraggioso durante una battaglia viene ferito e agonizzato trascorrendo i suoi ultimi secondi di vita in un albero, dove Morrigan coglie l’occasione per tendergli e togliergli il dolore, portandolo via con sé per sempre.

Caratteristiche

Questa dea della guerra viene a simboleggiare sia la fine che l’inizio, il piacere e l’odio, inoltre, è stata in grado di trasmettere la paura nei suoi avversari e anche se attribuiscono alla sua causa la distruzione e la violenza, la dea aveva anche un’immagine protettiva ed è stato in grado di prevedere i disastri che in futuro potrebbe accadere.