Manannan

Manannan è il nome dato a una delle divinità acquatiche della mitologia celtica, prende anche il nome dal re della Terra Promessa, così come in molte altre mitologie è legato all’altro mondo.

Manannan era considerata una delle divinità più importanti nella mitologia celtica, anche se a differenza delle divinità della mitologia greca o romana, Manannan non era temuto dagli esseri umani, come era conosciuto come un dio gentile.

Rappresentazione di Manannan

Manannan  - Manannan

Viene raffigurato come un grande stregone, con uno strato che cambia colore e imita l’aspetto dell’ambiente che lo circonda, indossando un casco che abbaglia i suoi nemici e un’armatura indistruttibile.

Manannan è il proprietario della spada Fragarach, che ha costretto chi l’aveva al collo a dire la verità, altri descrivono Manannan come un uomo che indossa un mantello verde, tenuto con una chiusura d’argento o d’oro, indossava una camicia di raso oltre ad alcuni sandali d’oro e aveva un ramo d’oro tenuto in mano.

Il rapporto di Manannan con l’umanità

Manannan - Manannan

La più grande responsabilità di Manannan era quella di trasportare l’anima dei morti in cielo o negli inferi, questa divinità che viaggia attraverso i mari e i cieli in una nave senza vele o remi, altri lo descrivono a cavallo su una carrozza, o un cavallo.

Manannan ha portato le anime alle loro nuove case senza chiedere alcun tipo di pagamento, è conosciuta come una divinità che ha portato fertilità e prosperità, perché quando ha navigato i mari la schiuma delle acque si trasformò in campi di fiori o cespugli e alghe divenne bellissimi alberi da frutto. quindi non è mai stato legato a disastri marini.